Morte sospetta, Orsomarso (FDI): "Urge soluzione per garantire sistema efficiente."

Cosenza, Martedì 03 Luglio 2018 - 19:52 di Redazione

In merito all'ultimo episodio su un caso di "presunta malasanità" all ' Ospedale civile dell’Annunziata a Cosenza  sulla morte sospetta di una donna di 56 anni, sento il dovere di intervenire prima da cittadino e poi da consigliere regionale. Esprimo la mia vicinanza alla famiglia della donna e in particolare al marito che, in seguito all'accaduto  ha presentato formale denuncia alla Polizia di stato.   Non entro in merito alle questioni giudiziarie che faranno il loro corso, ma credo che di fronte alla morte di una giovane donna sia doveroso fare chiarezza e capire se ci siano e di chi siano le responsabilità. Non si può morire in una struttura sanitaria, luogo  che dovrebbe garantire cura e sicurezza, assistenza e professionalità.   Sull'accaduto, sono certo ci saranno spiegazioni plausibili ma sono necessari interventi immediati per garantire un sistema di emergenza efficiente anche  attraverso un incremento dei servizi. Il settore dell’assistenza socio-sanitaria in Calabria versa in una condizione critica, come ieri ha denunciato la parlamentare di Fratelli d'Italia Wanda Ferro, e  il rischio di chiusura  dei  centri di assistenza  si fa sempre più alto.   Bisogna intervenire tempestivamente e concretamente affinché anche nella nostra Regione i cittadini possano beneficiare di un diritto assoluto e non relativo: la salute.     Sono le parole di Fausto Orsomarso, Consigliere Regione Calabria Fratelli d’Italia



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code