Al Giro d'Italia la Rai cita la nave dei veleni affondata a Cetraro, protesta Oliverio

Cosenza, Venerdì 11 Maggio 2018 - 19:56 di Redazione

A seguito del servizio giornalistico della Rai nell'ambito del Giro d'Italia nel quale è stata data notizia del ritrovamento di una nave dei veleni nelle acque antistanti a Cetraro, il Consigliere regionale, già Sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta, ha subito informato il Presidente della Regione, Mario Oliverio, che ha immediatamente contattato i vertici Rai al fine di rettificare le notizie infondate sul mare di Cetraro. "Ho parlato con i responsabili del servizio Rai del Giro d'Italia - ha dichiarato Oliverio - chiedendo una immediata rettifica delle notizie che hanno riguardato una vicenda archiviata dalla magistratura antimafia ormai molti anni fa. Il Giro d'Italia, che è un veicolo di promozione del territorio - e per questo sostenuto dalla Regione Calabria - non può trasformarsi in uno sfregio per questa terra tra l'altro riportando notizie smentite dagli organi giudiziari e ormai datate negli anni. Sarebbe stato opportuno, invece, parlare di Cetraro ed esaltare il riconoscimento della Bandiera Blu ottenuto proprio qualche giorno fa. Cetraro, infatti, si pone tra le mete turistiche più importanti della nautica internazionale come il riconoscimento ottenuto dimostra". "Così come confermatomi degli organizzatori del Giro d'Italia -conclude Oliverio- attendo fiducioso una rettifica riparatoria del grave danno arrecato alla Calabria, al Tirreno cosentino e ad una splendida località turistica calabrese qual è la città di Cetraro".



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code