Carcere di Rossano. Campagna (Ugl): intervento non più rinviabile

Cosenza, Lunedì 09 Aprile 2018 - 09:22 di Redazione

Ritengo doveroso ritornare sui fatti denunciati qualche giorno fa presso l’istituto penitenziario di Rossano, dove cinque agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da tre detenuti ristretti per reati di terrorismo internazionale; per lanciare un grido di allarme e sensibilizzare le istituzioni competenti ad intervenire – è quanto dichiara Walter CAMPAGNA Segretario Regionale Ugl Polizia penitenziariaE’ inammissibile che atti come questi, che purtroppo si ripetono nel tempo, rimangono privi di attenzioni. Quella di Rossano -continua Campagna- è una situazione lavorativa ormai al limite della sopportazione a causa, soprattutto, della carenza di personale e dalla particolare tipologia di detenuti reclusi. Infatti, oltre alla sezione dedicata ai detenuti sottoposti a procedimenti per reati di terrorismo internazionale, ci sono più della metà dei reclusi sottoposti al regime di alta sicurezza, nonché la sezione dedicata ai detenuti sottoposti al regime della sorveglianza particolare. Sarebbe quindi opportuno, – conclude il Sindacalista dell’UGL – che l’amministrazione centrale riorganizzasse l’istituto di Rossano, alleggerendo nel contempo i carichi di lavoro del personale.

IL SEGRETARIO REGIONALE (Dr. Walter CAMPAGNA)



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code