Dal Premio Charlot a Diamante, la magia dei Burattini Ferraiolo continua ad incantare

Cosenza, Giovedì 10 Agosto 2017 - 19:48 di Redazione

La magia dei burattini, resiste al tempo, anche nell’epoca del web e del virtuale,  e conquista ancora la fantasia dei  bambini  e, perché no, la voglia di  stupirsi  dei più grandi. Diamante ha il privilegio di ospitare da diversi anni la famiglia che meglio custodisce questa tradizione: i Farraiolo  che da oltre 150 anni intrattiene grandi e piccini con gli spettacoli del burattino Pulcinella e dei suoi compagni L’incanto, a Diamante, si ripeterà,  ogni sera, dalle ore 21, fino al 31 agosto,   sul Lungomare Mancini con gli spettacoli di burattini diretti dalla sapiente guida di Fabio Ferraiolo.  L’attività dei Ferraiolo quest’anno  avrà un sapore particolare: lo scorso  28 luglio, infatti, il maestro burattinaio Adriano Ferraiolo,  ha ricevuto a Salerno il   “Premio Charlot” alla carriera. Un riconoscimento straordinario in una edizione del prestigioso premio che ha avuto come padrino d’eccezione nientemeno che Eugene Chaplin figlio del Charlie indimenticato “Charlot” e che ha visto premiati, tra gli altri, anche Alessandro Siani,   Arturo Brachetti, Gaetano Curreri , Franco Nero,  Ficarra e Picone,  Laura Morante, Michele Placido e  Milena Vukotic. Un riconoscimento ad Adriano Ferraiolo erede, con figli e nipoti, di una tradizione  che si tramanda da 5 generazioni  e  150 anni di storia. Lo raccontano gli stessi Ferraiolo: “Tutto ebbe inizio nel lontano 1860 con il suo primo fondatore il Napoletano Filippo Ferraiolo colui che inventò i suoi primi burattini meccanici a carillon, all’interno di un piccolo Luna Park, attore girovago trasmise la sua passione al figlio Pasquale, che avvolgendo il fazzoletto tra le dita, trovò l’ispirazione di un burattino con la testa di legno e il corpo di pezza. Girando con un carretto, per le vie deserte impraticabili, camminando per ore ed ore al freddo e con il sole, per mare e monti, con gioia e dolori, strappando applausi e sorrisi per pochi centesimi, ma orgoglioso della sua creazione artistica al punto di formare la sua famiglia con il figlio Francesco Ferraiolo, che generò 7 figli e soltanto Pasquale, Vittorio, Adriano e Silvana sono fondatori di proprie compagnie affiancati dai figli, tutta una grandissima e immensa dynasty. Decine di libri e attestati con varie onorificenze, con pagine scritte da numerosi incontri e successi da nord e sud regalando gioie e sorrisi, riscoprendo e conoscendo intere generazioni cresciute con le avventure di un semplice Umile Servitore dal nome Pulcinella ‘gemello di vita, emblema familiare, giullare e burlone da sempre, ultimamente consegnato nelle mani dell’Illustrissimo Santo Padre Francesco con immense emozioni’. Una bella responsabilità artistica e culturale: “Siamo nel Terzo millennio, con giochi virtuali e tecnologie infinite ma coscienti di avere tra le mani un potere genuino sempre più amato da piccoli e grandi e che deve essere protetto, tutelato e salvaguardato per continuare la sua tradizione e la sua storia creata e raccontata dal Maestro Cavaliere Adriano Ferraiolo e i suoi figli Fabio e Simone”.  



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code