"Serge Daney, le virtù della critica", giornate di studio all'Unical

Cosenza, Domenica 20 Maggio 2018 - 08:45 di Redazione

Lunedì 21 e martedì 22 maggio si svolgeranno, presso l’Università della Calabria (Sala Stampa dell’Aula Magna), due giornate di studio dedicate a Serge Daney, uno dei più influenti critici cinematografici del Novecento. Le giornate, che prendono il titolo di “Daney, le virtù della critica”, sono promosse e organizzate dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, dall'Ambasciata di Francia in Italia (nell’ambito del "Progetto Cassini", rivolto ad incentivare gli scambi culturali italo-francesi dei giovani ricercatori), con la collaborazione della rivista Fata Morgana Web. Le giornate di studio si pongono come obiettivo quello di ricostruire il profilo di critico di Serge Daney, nel tentativo di pensare la complessità, ricchezza e attualità del suo lavoro e del suo pensiero. Figura esemplare di critico-“traghettatore” tra autore e spettatore, Daney ha saputo percorrere territori diversi, spaziando dal cinema alla televisione, dalla radio al video. Dai "Visages du cinéma" (rivista fondata nel 1962) all’approdo ai "Cahiers du cinéma" nel 1964, Daney entra a far parte di quella seconda generazione di critici che, a partire da Bazin, arriva a segnare in forma radicalmente innovativa, misurandosi con la trasformazione delle immagini, il modo di fare critica. La formazione di Daney s'inserisce di fatto nella grande tradizione francese – che va da Rousseau a Rohmer ‒ di “pensatori della morale”. E a lui l’Università della Calabria vuole rendere omaggio con una due giorni che prevede interventi di studiosi provenienti da diverse università italiane e francesi. Ad aprire i lavori, lunedì 21 maggio alle ore 15:30, saranno i saluti del Direttore del Dipartimento, Raffaele Perrelli, a cui seguirà l’introduzione di Roberto De Gaetano, Coordinatore del Dottorato Internazionale di Studi Umanistici. Le due giornate di studi alterneranno interventi di docenti e studiosi con quelli di giovani ricercatori italiani e francesi, com’è nello spirito del Progetto Cassini. La prima ospite internazionale sarà Marie Anne Guerin (Università di Paris 8) e collaboratrice di “Trafic”. Alla Guerin faranno seguito gli interventi di: Raffaello Alberti (Università della Calabria), Julien Pieron (Università di Liegi), e di Alessia Cervini (Università di Palermo). La mattina di martedì 22 maggio i lavori riprenderanno alle ore 9:30 con una sessione presieduta da Bruno Roberti. Gli interventi si apriranno con il contributo di Augusto Sainati (Università Suor Orsola Benincasa di Napoli) e proseguiranno con: Chloé Galibert-Laîné (docente presso l’Università di Paris-8), Patrizia Fantozzi (Università della Calabria), Rinaldo Censi (Università di Bologna) e si chiuderanno con la relazione di Luca Venzi (Università di Siena).



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code