Iniziative del Museo dei Brettii e degli Enotri sulla contraffazione

Cosenza, Venerdì 15 Dicembre 2017 - 18:08 di Redazione

Sta riscuotendo un grande interesse la mostra “Bello ma Falso: tutta un’altra storia!”, in esposizione al Museo dei Brettii e degli Enotri quale contributo alle iniziative ministeriali per combattere la contraffazione di opere d'arte. Viste le tante richieste, anche in occasione delle festività natalizie, la mostra - che espone reperti archeologici e opere pittoriche false sequestrate dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza - è stata così prorogata fino a domenica 7 gennaio 2018. Ad annunciarlo il direttore del Museo dei Brettii e degli Enotri Marilena Cerzoso in occasione dell'incontro, che si è tenuto nelle sale del Museo sul tema "I falsi d'arte - natura, sviluppo e legislazione", con l'intervento di Massimiliano Croce, specializzato nella Tutela del Patrimonio Culturale. L’incontro, che ha visto la partecipazione anche di studenti delle scuole cosentine e di esperti interessati all’argomento, prendendo spunto proprio dal titolo della mostra, ha consentito di fare una riflessione su come il concetto di arte quale “espressione estetica dell’interiorità umana, proposta da un individuo estremamente sensibile, l’artista, capace di trasmettere emozioni attraverso una sua particolare, unica e straordinaria riproposizione degli aspetti sociali, morali, culturali, etici o religiosi del suo tempo” può declinarsi di fronte ai falsi dell’arte. Se l’arte è veicolo di conoscenza, può smuovere sentimenti e trasmettere emozioni, raccontare un percorso, una realtà o un sogno, o un’utopia, come può un’opera falsa raccontare la stessa storia? Ecco che l’opera falsa, come recita il titolo della mostra del Museo dei Brettii e degli Enotri, racconta un’altra storia, che è quella, rispondendo all’esigenza di una domanda sempre più crescente, del gusto di un’epoca. L’occasione è poi servita per soffermarsi sugli aspetti giuridici e sulle differenze tra copia, replica e falso d’arte e sulla storia del fenomeno.La mostra può essre visitata negli orari consueti del Museo e al prezzo ridotto di € 3,00 che consente anche la visita alla collezione permanente.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code