Non può avvicinarsi alla ex moglie, ma prende a calci e pugni la porta di casa sua: arrestato

Cosenza, Martedì 06 Marzo 2018 - 14:25 di Redazione

Gli agenti della Squadra volante della Questura di Cosenza hanno arrestato C.D., di 40 anni, per atti persecutori aggravati. Gli agenti, nel pomeriggio di ieri, sono intervenuti in un appartamento dove era stata segnalata una violenta lite in famiglia. Giunti sul posto hanno trovato C.D.    che colpiva con calci e pugni la porta d'ingresso. Inoltre minacciava e insultava l'ex moglie che abita dell'appartamento. Gli agenti hanno invitato l'uomo a desistere ed a seguirlui in Questura. Dalle ulteriori verifiche, la polizia ha accertato che a carico di C.D. era pendente un divieto di avvicinamento alla ex moglie, emesso dal gip del Tribunale, già notificato all'uomo, in sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari. L'ex moglie, andata in Questura, ha denunciato di essere stanca e traumatizzata dalle persecuzioni del suo ex che, da circa un mese - ha riferito - stava riprovando, anche attraverso numerose telefonate e messaggi contenenti anche minacce, a costringerla a riprendere la convivenza.

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code