Tre chili di marijuana e furto di energia ed acqua, due fratelli arrestati ed il terzo denunciato

Cosenza, Domenica 04 Marzo 2018 - 08:42 di Redazione

Anche sulla costa del tirreno cosentino la Polizia di Stato continua la sua azione di contrasto alla criminalità, con particolare riguardo ai dei reati predatori e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli straordinari anche in questa parte di territorio, coordinati giornalmente dal Questore della provincia di Cosenza dr. Giancarlo Conticchio, vengono effettuati anche con l’ausilio di Unità Cinofile della Polizia di Stato di Vibo Valentia e del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale. In particolare nel pomeriggio di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Paola, a seguito di alcuni controlli in aree già discretamente attenzionate, traeva in arresto in flagranza di reato due fratelli L. R. di anni 59 e L. M. di anni 56. Nel corso delle operazioni di polizia compiute presso stabili e relative pertinenze in uso ai due, personale della Polizia di Stato, rinveniva e sequestrava 2,45 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, già essiccata e stipata in un bidone di plastica. Venivano rinvenuti altresì altri 8 involucri in cellophane contenenti ulteriori 110 gr. di marjuana, più strumenti per confezionamento per la vendita ed una bilancia di precisione. In un altro appartamento, sempre parte delle medesime pertinenze, venivano  rinvenuti ulteriori 361 gr. di marijuana, più un altro bilancino di precisione e strumenti per confezionamento. Nel corso delle medesime attività, un terzo fratello veniva denunciato  L.L. di anni 27 per detenzione di 25 gr. di sostanza marijuana, che lo stesso aveva cercato di far sparire buttandola nel water e tirando lo sciacquone. Operazione non riuscita a causa della leggerezza della sostanza dovuta all’essicazione a cui era stata sottoposta, ulteriori dosi sono state rinvenute nel suo scooter proprietà di quest’ultimo. Inoltre, nel box in uso al L. M. di anni 56 veniva accertato il furto aggravato di energia elettrica e di acqua. L’Acqua veniva sottratta abusivamente da un vicino stabile di proprietà del Comune di Acquappesa abusivamente occupato dallo stesso. La sostanza stupefacente sequestrata in totale è di kg. 2,95. Immediatamente informato il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Paola, diretta dal Procuratore della Repubblica dott. Pierpaolo Bruni, che disponeva gli arresti domiciliari ai due.  



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code