Violenza di genere, riconoscerla e prevenirla

Cosenza, Giovedì 03 Maggio 2018 - 08:47 di Redazione

   “Un’esperienza straordinaria e autenticamente coinvolgente sia per le risposte che abbiamo avuto in termini di attenzione che  per la possibilità  di instaurare un  confronto  con studenti e docenti”,  lo dichiara la presidente dello Sportello Antiviolenza La Ginestra, l’Avv. Teresa Sposato nel tracciare un bilancio dell’iniziativa  appena conclusasi “Violenza di genere, riconoscerla e prevenirla”: il percorso di sensibilizzazione  attuato in quattro scuole  del Tirreno Cosentino, organizzato proprio dalla Ginestra “Sportello Antiviolenza” e dal Comune di Diamante -Assessorato al Welfare-,  in collaborazione con la Questura di Cosenza e con l’AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) Sezione di Diamante - Riviera dei Cedri. Il progetto ha preso il via a marzo a Diamante presso la palestra dell’ITGC di Diamante e ha visto coinvolti gli studenti dell’I.T.C.G  stesso e dei  Licei di Belvedere Marittimo. Gli altri incontri si sono svolti con gli studenti dell’IPSEOA San Francesco di Paola, del Liceo Metastasio di Scalea, e nell’ultimo tenutosi nel corso dell’ultima settimana con gli studenti del Liceo Silvio Lopiano di Cetraro. Il percorso, lo ricordiamo, è stato realizzato grazie al lavoro del team della Ginestra con la partecipazione del Questore di Cosenza Dott. Giancarlo Conticchio. L’equipe della Ginestra, in particolare, è composta dal suo Presidente, l’avv. Teresa Sposato; dalla psicologa dott.ssa Maria Francesca Papa; dalla Vice Presidente dott.ssa Concetta Grosso, che ha  partecipato anche in veste di Presidente provinciale del CIF e dal dott. Sergio Caruso, criminologo della Ginestra. L’AIDM è intervenuta con la dott.ssa Mariassunta Urciuolo, Presidente AIDM Sezione di Diamante-Riviera dei Cedri e di volta in volta con altre professioniste dell’ Associazione. ”Un ringraziamento particolare va alle scuole e ai Comuni che ci hanno ospitato e a tutti i relatori che si sono avvicendati nel corso degli incontri e sono intervenuti assieme allo staff della Ginestra.  Gratitudine deve essere espressa alla dott.ssa Urciuolo per il costante sostegno che ci ha fornito. Così come un ringraziamento, non formale ma autentico e sentito, va rivolto al Questore il dott. Giancarlo Conticchio per il grande supporto che ha dato all’iniziativa.  Mission dello sportello La Ginestra è quella di dare voce alle donne che non hanno voce grazie a un lavoro d’intesa con l’Assessorato al Welfare del Comune di Diamante e, come detto, a  un’equipe di professionisti che mettono gratuitamente a disposizione le loro competenze, fornendo un quotidiano  sostegno psicologico e legale a tutte le donne vittime di violenza per superare il muro del silenzio. Muro frantumato da molte donne che hanno varcato la soglia dello sportello antiviolenza “la Ginestra “ e hanno chiesto aiuto. A questo principale lavoro, si accompagnano importanti attività pubbliche di sensibilizzazione e di prevenzione come, appunto, quest’ultima nelle scuole del Tirreno cosentino. “Siamo soddisfatti di questo primo percorso di sensibilizzazione, il nostro obiettivo è quello, di educare al sentimento, di smuovere le coscienze, di arrivare al cuore dei ragazzi e far capire loro che nessun segnale deve essere sottovalutato per prevenire soprusi che annientano la persona, fino ad annullarle la dignità di essere umano” conclude la presidente dello sportello, Sposato.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code