Entra nel vivo il Concorso di cortometraggi e scrittura creativa di "Teatro in Note"

Cosenza, Giovedì 20 Aprile 2017 - 17:56 di Redazione

“Il viaggio degli invisibili: tra accoglienza ed emarginazione”, il concorso di cortometraggi e scrittura creativa, promosso dalla Cooperativa “Teatro in Note”, entra nel vivo. Alla sua IV edizione, il Concorso, che si avvale del patrocinio e del sostegno del Comune di Cosenza ed è riservato agli studenti degli Istituti superiori della città, si appresta a vivere la sua fase conclusiva che culminerà, entro la fine di maggio, con la premiazione dei migliori cortometraggi e racconti.Il tema proposto per il secondo anno consecutivo da “Teatro in Note” e dalla sua infaticabile Presidente Vera Segreti ha acceso un focus importante su temi di stringente attualità e che abbracciano ogni forma di emarginazione sociale: dall'immigrazione alla disabilità fisica e psichica, dall'adolescenza inquieta al bullismo, alla marginalità sociale e alla povertà.Gli studenti delle scuole superiori (Licei ed Istituti tecnici) si stanno cimentando, dopo aver seguito i laboratori di cinema e scrittura creativa con un team di esperti, nel raccontare, per immagini o attraverso la narrazione, il viaggio degli emarginati, degli stranieri, degli altri da sé, in una parola, di coloro che rischiano ogni giorno, di fronte all'indifferenza, di diventare invisibili. Le lezioni-laboratorio, sia di cinema che di scrittura creativa, sono state molto partecipate.Per la sezione cortometraggi, entro il prossimo 30 aprile, gli studenti che partecipano al concorso dovranno far pervenire il loro lavoro. I cortometraggi in concorso devono essere originali ed inediti (non è ammesso l'utilizzo di immagini non originali, a pena di esclusione). In dieci minuti gli studenti, che possono partecipare sia individualmente, in gruppo o per classi, dovranno raccontare per immagini il centro storico della città, soprattutto nelle scene in esterni, utilizzando, laddove siano previsti dialoghi o una voce narrante fuori campo, anche una lingua diversa dall'italiano, purché il cortometraggio venga corredato da sottotitoli. Una giuria di esperti e personalità della cultura sceglierà i cortometraggi ritenuti idonei a partecipare alla fase finale della manifestazione e che saranno proiettati nella serata conclusiva.Con riferimento, invece, alle lezioni di scrittura creativa, la metodologia seguita dagli esperti ha incanalato le esperienze, a contatto con gli studenti, sul doppio binario teorico-pratico per poter mostrare, in modo più efficace, la “cassetta degli attrezzi” di cui ci si può dotare nell'attività narrativa. Tenendo presente la diversità delle attitudini degli allievi coinvolti, si è cercato di mostrare quanto il loro sguardo ed il loro punto di vista siano importanti e che narrare non è che uno dei gesti più naturali che si possano compiere.Anche per la sezione di scrittura creativa saranno premiati i primi tre migliori racconti ed anche in questo caso sarà attribuito un riconoscimento della critica.Sono stati dieci gli istituti superiori che hanno partecipato all'iniziativa di Teatro in Note: a Cosenza i Licei Scientifici “Fermi” e “Scorza”, l'Istituto Tecnico per geometri “Quasimodo”, l'Istituto tecnico commerciale “Serra”, il Liceo Artistico Statale, l’Istituto di istruzione superiore “Leonardo Da Vinci”, l'Istituto Tecnico per Attivita' Sociali “Nitti” e il Liceo “Lucrezia della Valle”. Al progetto hanno aderito anche due istituti scolastici di Castrolibero: il Liceo Scientifico “Scipione Valentini” e l'Istituto Tecnico “Ettore Majorana”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code