Alla guida con le cinture e senza cellulare. L'appello del Vice Comandante della Polizia Municipale

Cosenza, Martedì 11 Aprile 2017 - 15:19 di Redazione

E' necessario diffondere quanto più possibile e capillarmente la cultura della sicurezza che stenta a fare breccia tra gli automobilisti, i quali seguitano a guidare senza allacciarsi le cinture e ad utilizzare, mentre sono alla guida, il telefono cellulare”. L'invito – un vero e proprio appello ai cittadini di Cosenza – viene lanciato dal Vice Comandante della Polizia Municipale Roberta Iazzolino in un momento in cui il Corpo dei vigili urbani guidato dal Comandante, avv.Giovanni De Rose, ha intensificato notevolmente i controlli preventivi finalizzati a ridimensionare fortemente il fenomeno.“In soli dieci giorni – sottolinea ancora Roberta Iazzolino - la Polizia Municipale di Cosenza ha contestato oltre cento verbali per violazione del Codice della Strada e sottoposto a verifica circa centocinquanta veicoli durante i posti di controllo istituiti in diverse zone della città. L'intensificazione di questo genere di controlli, decisa di concerto con il Comandante Giovanni De Rose, proseguirà anche nei prossimi giorni ed affiancherà la normale attività di controllo ordinario. Si tratta, in prevalenza, di sanzioni elevate proprio per l’utilizzo, durante la guida, del telefono cellulare e del mancato uso delle cinture di sicurezza. Sulle strade di Cosenza – afferma ancora la Vice Comandante Iazzolino - sono ancora tanti gli automobilisti che non allacciano le cinture, sottovalutandone l’importanza ai fini della sicurezza. Inoltre, pochi sanno che l’obbligo vale anche per i passeggeri che occupano i sedili posteriori. Ancora più diffusa, e purtroppo in linea con il trend nazionale, la cattiva abitudine di non separarsi dal proprio cellulare nemmeno durante la guida, continuando a chiacchierare o, ancora peggio, a leggere o ad inviare messaggi. Atteggiamenti che mettono a serio rischio la propria e l’altrui incolumità e rendono più insidiose le nostre strade alimentando disattenzioni che possono essere anche fatali. Il legislatore – conclude Roberta Iazzolino - ha inasprito ulteriormente le sanzioni per questi comportamenti, prevedendo, per l’omesso uso delle cinture una sanzione che va dagli 81 ai 326 euro e per l’uso di radiotelefoni durante la guida una sanzione che va da 161 a 647 euro. Da ricordare, infine, che entrambi i comportamenti determinano la decurtazione di cinque punti dalla patente”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 00951000793 Mediagraf
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code